Parma

Cosa vedere a Parma e dintorni

La primavera è vicina. Quale migliore occasione per scoprire la Food Valley italiana? Sì, stiamo parlando della provincia di Parma. Oltre che essere un territorio a forte vocazione agro-alimentare, il Parmense è uno scrigno di tesori artistici, tutti da scoprire.

I Castelli del Ducato

Per esempio, puoi dedicare un weekend intero ai Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Questo tour propone 24 tappe in altrettanti manieri delle province di Parma e Piacenza. Storie di fantasmi, amori tormentati, cappa e spada: la leggenda corre sul filo del viaggio. I castelli più belli della provincia di Parma? Su tutti, ti segnaliamo il Castello di Torrechiara, un possente maniero protetto da due cinte di mura e grandi torrioni squadrati, il tutto arroccato su un’altura a circa mezz’ora di auto dalla città, nei pressi di Langhirano, la piccola capitale del Prosciutto di Parma.

Fra le vette dell’Appennino non mancare la visita alla Fortezza di Bardi. Il castello, antico di mille anni, sorge su uno sperone di diaspro rosso, alla confluenza dei torrenti Ceno e Noveglia. Fra i massimi esempi di architettura militare in Emilia, verso la metà del Cinquecento divenne una sontuosa dimora patrizia.

Verso il piano, nella Bassa Parmense, puoi visitare la Reggia di Colorno, magnifica corte a soli 12 chilometri da Parma, abitata da Farnese, dai Borbone e da Maria Luigia d’Austria. La grande residenza conta oltre 400 sale, corti e cortili. Tutt’attorno, il giardino alla francese – la primavera è la stagione giusta per visitarlo.

Parmigiano Reggiano e non solo

Concluso il tour fra i Castelli del Ducato, puoi proseguire il tuo viaggio lungo uno degli itinerari enogastronomici della provincia di Parma. Giusto per restare nei paraggi della Reggia di Colorno, ti suggeriamo la Strada del Culatello di Zibello, un percorso suggestivo fra i paesi della Bassa Parmense, per scoprire dove nasce e stagiona il re dei salumi italiani.

A proposito di prodotti tipici: sai come si fa il Parmigiano Reggiano? Per imparare i segreti dell’arte casearia, puoi visitare il Museo del Parmigiano Reggiano, allestito nei locali di un antico caseificio, nel centro di Soragna, paesino della Bassa Parmense famoso per la Rocca Meli-Lupi.

Due passi a Parma

Non l’abbiamo lasciata per ultima a caso. Parma è una delle città d’arte più intriganti del Nord Italia. Il gran finale del viaggio non può che essere lei. Cosa vedere nel suo centro storico? Il Duomo e il Battistero sono due mete immancabili. A queste due tappe, puoi aggiungere la visita al Monastero di San Giovanni Evangelista, a pochi passi dal Duomo, per ammirare la cupola affrescata dal Correggio. Altri capolavori del Correggio in città sono l’affresco della Camera di San Paolo, nell’omonimo ex convento, e i dipinti esposti nelle sale della Galleria Nazionale, in un’ala del palazzo della Pilotta. Sempre nella Pilotta, vale la pena vedere il Teatro Farnese, sontuoso teatro ligneo del Seicento.

Non ti resta che preparare le valigie e partire alla volta di Parma. Buon viaggio!